Adotta un mondo di sì

_DSC5362Spesso quando nasce un bambino sordocieco e/o pluriminorato psicosensoriale risuonano intorno a noi una serie di NO: NON può, NON riesce, NON potrà fare. Nel bambino tendono a vedersi solo le mancanze e non le potenzialità. Alla Lega del Filo d’Oro invece, non si guarda a quello che il bambino non può fare, ma quello che Può fare, lavorando sui sensi residui e valorizzando le potenzialità. Per cui dove gli altri dicono NO, la Lega del Filo d’Oro risponde con un “Sì, si può fare”, lavorando sui residui. Da qui la campagna  “Un mondo di sì”. Continua a leggere