Adotta un mondo di sì

_DSC5362Spesso quando nasce un bambino sordocieco e/o pluriminorato psicosensoriale risuonano intorno a noi una serie di NO: NON può, NON riesce, NON potrà fare. Nel bambino tendono a vedersi solo le mancanze e non le potenzialità. Alla Lega del Filo d’Oro invece, non si guarda a quello che il bambino non può fare, ma quello che Può fare, lavorando sui sensi residui e valorizzando le potenzialità. Per cui dove gli altri dicono NO, la Lega del Filo d’Oro risponde con un “Sì, si può fare”, lavorando sui residui. Da qui la campagna  “Un mondo di sì”.

La Lega del Filo d’Oro sin dal 1964 si impegna per aiutare le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali a sviluppare al meglio le proprie potenzialità e ne favorisce l’inserimento in società, offrendo al tempo stesso supporto alle loro famiglie. La campagna ha l’obiettivo di promuovere le donazioni regolari rispetto alle donazioni one-off; ogni anno sarà scelto una bambino testimonial.

Per il 2015 è stato scelto Agostino. Agostino nasce con la sindrome di Charge, una patologia genetica molto grave che colpisce 1 bambino su 10.000. Questa patologia comporta gravi difetti visivi e uditivi. Agostino ha trascorso i suoi primi 8 mesi di vita in ospedale, in una cameretta sterilizzata e asettica. Poi finalmente Agostino arriva al Centro di Osimo dove, l’equipe della Lega del Filo d’Oro con infinito amore, testa le capacità residue di Agostino a livello sensoriale, cognitivo e motorio. Ora Agostino va a scuola, come tutti i bimbi della sua età. Gli specialisti della Lega del Filo d’Oro hanno creato un progetto per lui. La speranza di Agostino è quella di avere un futuro pieno di potenzialità, anche grazie ai progetti a distanza della Lega del Filo d’Oro. I programmi di adozione regolari di Lega del Filo d’Oro sono 4 e si differenziano per la tipologia di importo e per la frequenza: mensile, trimestrale, semestrale, annuale. Ogni progetto è specifico e si possono trovare tutte le descrizioni sul loro sito. Le donazioni regolari sono fondamentali perché i bambini come Agostino hanno bisogno di cure e assistenza costanti per continuare a migliorare e ciascuno di noi può fare davvero tanto con il proprio contributo. Basta compilare l’apposito form per ricevere maggiori informazioni sul funzionamento delle donazioni regolari in modo da superare quei dubbi che spesso ci impediscono di impegnarci con le donazioni…oppure leggere la lettera di mamma Samuela!